Fornasettiana

Design:

Piero Fornasetti

L'evoluzione dei rivestimenti in bagno

bagno piastrelle e piastrelle bagni

I rivestimenti interni degli ambienti hanno un ruolo cruciale nella costruzione o nella ristrutturazione di un immobile. Se in passato la funzione principale dei rivestimenti delle pareti era quella di proteggere dall'umidità, dall'acqua e dalla condensa pareti come quelle della cucina e del bagno, nel corso della storia le piastrelle bagni hanno assunto una parte da protagonista, trasformandosi da semplici rivestimenti funzionali in opere d'arte pittorica che si evolvono in arredi preziosi, capaci di arricchire una stanza con colori e con forme astratte.

Ripercorrendo la storia dei rivestimenti si è potuto assistere ad una metamorfosi di tendenze: dalla semplicità di alcune ceramiche adottate nei primi anni del novecento, si è approdati ai motivi psichedelici nelle piastrelle bagni degli anni settanta.

Attualmente non esiste un trend che soverchia uno stile rispetto ad un altro. Gli arredi e i rivestimenti si conformano alla personalità di chi abita una casa, a dimostrazione del fatto che un ambiente deve rispecchiare il carattere di chi vi abita. Uno stile lineare ed essenziale incentrato sulla pulizia delle forme, nella modernità della geometria, o una tendenza che si ispira alla classicità e agli stili del passato, che sviluppa la mono-cromaticità o la policromia delle inflorescenze, verranno scelti unicamente in base al gusto e alla sensibilità estetica della singola persona.

bagno piastrelle e piastrelle bagni

Richiedi maggiori info

bagno piastrelle e piastrelle bagni

Le tendenze sono diverse fra loro e si ripercuotono anche nel bagno piastrelle. Comune a tutte le moderne e contemporanee tendenze di arredo è comunque il fatto che il rivestimento delle pareti e dei pavimenti del bagno è divenuto altrettanto importante di quello di altri ambienti della casa, per convertire il bagno in una camera chic e di stile. Le soluzioni migliori sono tutte in ceramica, perché è un materiale pratico ma allo stesso tempo di elevata qualità, che mantiene lucentezza e favorisce una smaltatura fatta a mano. E’ l'utilizzo delle materie prime e di una lavorazione artigianale che differenzia i prodotti sul mercato. Oggi i rivestimenti bagno sono prevalentemente realizzati in ceramica. La mattonella in ceramica infatti non è solo un rivestimento funzionale, ma le tendenze moderne lo elevano a decorazione e a complemento d'arredo. Una parete ricoperta di piccole opere d'arte partorite dalla sapienza manuale di maestri ed artisti sono in grado di adornare i vostri ambienti in maniera elegante ed esclusiva. Le ceramiche Bardelli rappresentano la perfetta relazione fra artigianato ed arte, fra praticità ed esclusività. Le fantasie delle nostre piastrelle bagni sono il frutto di un attento lavoro artistico, svolto interamente a mano per offrire un prodotto d'élite unico sul mercato. La molteplicità degli stili si adatta ad ogni tipo di tendenza scelta per la propria toilette, al fine di armonizzare i vari ambienti senza creare distacco. Il Made in Italy è sinonimo di superiorità, di ricercatezza dei dettagli, di perfezione nell'impercettibile imperfezione artistica che distingue la produzione industriale da quella 100% artigianale. Le piastrelle bagni della Ceramica Bardelli sono manufatti prodotti singolarmente, allo stesso modo con cui un pittore realizza i propri quadri uno per volta. Un bagno con piastrelle sarà una piccola sala di lusso ad uso personale, attorniata da una galleria d'arte ricreata in un solo ambiente.

Blocco 1 - 2B Bagno

I nostri consigli per uno stile unico

Le tinte unite dai toni scuri quasi metallici si adattano ad un bagno piastrelle in stile Industrial, dove a prevalere è il colore freddo del ferro immerso nel calore del legno.Un bagno Country dall'aspetto rustico predilige ceramiche che rievocano il massello, sia sul pavimento che lungo le pareti, ed un tocco di personalità potrà essere dato da piastrelle bagni impreziosite con decorazioni floreali: la semplicità delle pennellate di un artista si plasmano con la lucentezza dei materiali, per esaltare l'artigianalità delle forme create tutte a mano.

Un bagno con piastrelle moderne abbisogna di ceramiche che lo convertano in un salotto, in un ambiente di relax circondato dalla bellezza di un dipinto, infiorettato con colori dorati che ripercorrono le pareti della vasca o del piatto doccia. Si avrà l'impressione di essere immersi in un'epoca in cui l'arte si mischia con il domestico, per forgiare capolavori di alta classe e di eccellente qualità.Si immagini per un attimo di rimanere sedotti dal fascino ammaliante di una piastrella che trasporta in quell'epoca in cui la sala da bagno era un miscuglio di affreschi sapientemente riprodotti secondo il gusto di ciascun cliente. Perché il gusto è stile, anche se personalizzato. E la personalità rende vivo un ambiente.

Le tendenze decorative dei rivestimenti nel passato

La necessità di rivestire un bagno piastrelle risale ad epoche recenti, e se qualche testimonianza potrebbe riferirsi all'epoca vittoriana, è a partire dal novecento che le piastrelle dei bagni si diffondono come soluzione utile sia per rendere accogliente e funzionale un ambiente sia per realizzare soluzioni di arredo e design.Prima dell’epoca vittoriano le famiglie nobili prediligevano affreschi e quadri come sfondo decorativo delle proprie toilette. Un esempio fra tutti è la Reggia di Caserta le cui camere adibite a bagno sono tutt'ora un connubio fra ricchezza e attenzione ai dettagli. La toilette era personale e non condivisibile, ragion per cui veniva progettata e impreziosita secondo i gusti di chi ne avrebbe usufruito. Certamente si trattava di ambienti diversi da quelli odierni, dotati di vasche ricoperte d'oro zecchino e un'ampia specchiera che facilitava le operazioni della toelettatura, ma l'opulenza degli stili e dei colori è giunta in epoca moderna grazie ad alcuni rivestimenti che ripropongono l'artigianalità delle decorazioni di un tempo.In epoca vittoriana l'essenzialità dello stile prediligeva invece ceramiche semplici, per lo più di colore pastello o bianco, che lasciavano spazio a sanitari candidi ma pratici, la cui particolarità era denotata dalla vasca con i piedini a zampa di leone. La nitidezza dei rivestimenti poneva in risalto le rubinetterie, i cui materiali in bronzo o in rame spiccavano come punti luce.

Blocco 3 2B - Bagno

Fu nei primi anni del novecento che l'attenzione venne posta specificamente all’utilizzo dei rivestimenti ceramici delle pareti per creare giochi di colore: vasche e lavabo erano creati per essere in netto contrasto con le tonalità adoperate per le ceramiche da rivestimento. I toni dovevano essere accesi ed opposti fra loro, al fine di conferire un effetto ottico di forte impatto. Tale tendenza sviluppatasi nei primi anni del novecento venne riproposta in varie modalità fino agli anni 70, periodo in cui le piastrelle bagni iniziarono ad avere decorazioni particolari, simili alle maioliche. L'effetto fantasia donava un tocco di movimento all'ambiente, giocando sulla vivacità dei ghirigori colorati. E' proprio in tale periodo infatti che iniziarono a diffondersi tendenze artistiche diversificate che condizionarono gli stili dell'arredo per interni. Alle atmosfere dai colori vivaci e colorati si contrapponevano atmosfere ovattate che rievocavano epoche passate, che diventarono un must sia negli arredi che nei rivestimenti. Ad esempio lo Shabby Chic, sorto negli anni '80, ebbe una caratteristica fondamentale che lo distingueva dalle altre tendenze: la predilezione nell'utilizzo dei colori pastello che trasformavano l'ambiente in qualcosa di soft, di etereo. A prevalere erano le decorazioni floreali, che rispecchiavano quei dolci ricordi legati all'infanzia. La delicatezza delle ceramiche era in pendant con le tappezzerie, per ricreare ambienti in un unico abbraccio soave.

La sua richiesta è stata inviata correttamente. Verrà ricontattato al più presto da nostro staff

Richiedi informazioni

Autorizzazione utilizzo dati personali